Ph M Riccardi RIC_3744

Ha avuto una adesione superiore ad ogni aspettativa il corso “Deontologia e nuovi media, l’uso giornalistico delle app gratuite e a basso costo” tenuto venerdì mattina al teatro Argentina di Roma dal collega di Repubblica Aldo Fontanarosa. L’evento è stato organizzato dall’Ordine dei giornalisti del Lazio per rispondere al fabbisogno di crediti formativi: un grande spazio per non lasciare fuori nessuno.

Un’occasione gratuita e di qualità messa in campo dall’Ordine del Lazio, che, nonostante abbia più volte manifestato la propria contrarietà all’obbligo della formazione per i giornalisti, intende comunque garantire, come ha fatto finora, la gratuità dei corsi per facilitare la vita dei colleghi.

Prima dell’inizio del corso, il consigliere Carlo Picozza ha invitato a salire sul palco i colleghi Carlo Bonini e Pietro Suber, che insieme con Anna Bandettini si sono dimessi dal Consiglio dell’Ordine nazionale in polemica con la decisione del Consiglio della Lombardia di riammettere Renato Farina, alias agente Betulla, nell’Albo dei giornalisti.

Ha preso la parola  anche Sergio Rizzo, che in un articolo del 30 novembre 2014 sul Corriere della Sera aveva aperto la polemica sull’utilità della formazione obbligatoria per i giornalisti.  Nel suo intervento Rizzo ha ripetuto le sue critiche nei confronti dei corsi obbligatori e del regolamento messo a punto dall’Ordine nazionale.

Di seguito trovate il video della giornata in versione integrale

4.892 visite

Leave a Comment