giornali

Nel mese di ottobre, la pubblicità è continuata a diminuire e questa non è una bella notizia per il settore dell’editoria già in crisi da tempo. In particolare i quotidiani hanno avuto una flessione del 9,1 per cento; i settimanali del 5,5, mentre i mensili hanno raggiunto una quota negativa del 7,8 per cento. Inoltre, in un rapporto del Censis, si legge che prosegue la flessione dei quotidiani,  i settimanali sono stabili, mentre crescono tv e radio ondine.

161 visite