Logo Casagit

Tempo di scadenze per i soci Casagit. Entro il 30 giugno devono infatti essere presentate alla Cassa di assistenza sanitaria integrativa dei giornalisti italiani le richieste di rimborso per le spese effettuate nei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2016. «Naturalmente – precisano le note dei fiduciari regionali – è possibile consegnare anche le note spese datate aprile, maggio e giugno 2016, la cui scadenza ultima rimane comunque al 30 settembre 2016».

Giugno è anche un mese importanti per i giornalisti lavoratori autonomi, per i quali – insieme agli ex iscritti decaduti, ai figli e ai familiari degli iscritti – da inizio mese e fino al 30 giugno 2017 sarà nuovamente possibile iscriversi ai nuovi profili Due, Tre e Quattro, le cui prestazioni sono state anche sensibilmente migliorate, lasciando invariate le quote contributive annuali (lo avevamo anticipato qui).

Il 31 maggio scorso, infine, la 73^ Assemblea nazionale dei delegati ha ratificato a Roma, all’unanimità, il bilancio consuntivo 2015, che si è chiuso con un passivo di 1,55 milioni compensato in parte dall’andamento della gestione extracaratteristica, e il bilancio preventivo 2016, che indica un attivo di 1,5 milioni di euro grazie alle misure correttive avviate a gennaio 2016.

«Negli ultimi cinque anni – ha spiegato ai delegati il presidente di Casagit, Daniele Cerrato – la Cassa ha perso 3000 soci ed ogni indicatore lascia prevedere che, in futuro, Casagit non potrà più continuare a reggersi soltanto con la contribuzione classica, i giornalisti contrattualizzati e pensionati, ma dovrà invece allargare la propria platea ed aprirsi al mercato. Una strada, questa, già intrapresa con la costruzione di Casagit Servizi srl, con l’accordo con la Confcommercio e con l’apertura di un secondo Poliambulatorio al primo piano di Piazza Apollodoro».

Tutte le novità sulle attività di Casagit e sui nuovi profili per i giornalisti lavoratori autonomi sono disponibili sul sito internet della Cassa.

Fonte: www.fnsi.it

913 visite