01-00307966000073

“La Gazzetta dello Sport è sempre stata il giornale di Juve, Inter e Milan ed è sempre stata contro il Napoli. Mi dispiace per l’aggressione a Malfitano, però si sa che tifa Juventus”. Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha parlato così, a ruota libera, ai microfoni di Premium Sport al termine della sfida di Champions League persa dai partenopei contro il Real Madrid.

“La delusione dell’andata questa sera non c’è: il risultato è stato lo stesso, ma abbiamo giocato un primo tempo esemplare”, ha detto ancora, elogiando i tifosi che “hanno regalato un sostegno incredibile”. E tornando al match, De Laurentiis ha ribadito di non aver criticato Sarri: ”non ho parlato male di lui, ce l’avevo con la squadra. All’andata salvai soltanto Insigne, dicendo che la squadra era arrivata sgonfia e demotivata a una partita importante”. E accusando i media di aver costruito un caso ad arte, ha aggiunto: “I giornalisti del Nord mi odiano perché sono tutti a servizio del Nord ed è dai tempi di Cavour che il Nord è contro il Sud  e a un certo punto si son scatenati tutti contro”, ribadendo poi: “E’ stato fatto apposta per attaccarci in un momento difficile, per questo abbiamo perso anche contro l’Atalanta”.

Subito è arrivata la replica dell’Ordine dei Giornalisti, con il segretario generale Paolo Pirovano e della Federazione Nazionale della Stampa, con il consigliere Pierfrancesco Gallizzi, che hanno definito “gravi e inaccettabili” le parole di De Laurentis. “Affermazioni fuori luogo che fanno male al Napoli calcio, a Napoli città e all’Italia intera”, hanno specificato. “C’è d’augurarsi che, a freddo, De Laurentis chieda scusa”.

Oggi “La Gazzetta dello Sport”, chiamata in causa, ha risposto dalle pagine del quotidiano con un articolo del vicedirettore vicario Gianni Valenti. “Dagli alla Gazzetta: è il suo sport preferito. Il presidente ci ha accusato di essere ‘sempre stati contro il Napoli’. Di essere il giornale del Nord, in particolare di Inter, Milan e Juventus. Tutte illazioni senza senso. Quindi, in questo vomitare di parole ha fatto il nome del nostro collega Mimmo Malfitano […] De Laurentiis prima sì è lavato la coscienza, poi l’ha etichettato come ‘da sempre tifoso della Juventus’. […]. Pieno sostegno a Mimmo Malfitano. E la consapevolezza di essere il quotidiano di tutti gli sportivi italiani che cerca ogni giorno, faticosamente, di raccontare la verità su un mondo sempre più avvelenato”.

Fonte: www.pri

258 visite