Twitter1-681x386

“Sono felici di annunciare che nei prossimi giorni chiunque potrà creare sondaggi su Twitter. E, con un paio di click, gli utenti potranno testare ciò che più interessa su qualsiasi argomento”. Con una nota, Twitter ha raccontato l’ultima novità introdotta sul social network. “Non c’è miglior posto per ottenere risposte dalle persone – continua il testo sul blog ufficiale di Twitter – per chi ha voglia di partecipare, sarà veramente facile far sentire la propria voce”.

In precedenza, erano già stati testati alcuni strumenti per creare sondaggi, come twittare una domanda e raccogliere le risposte, oppure utilizzare un hashtag, o ancora, chiedere agli utenti di cliccare sulla stellina dei favoriti o retwittare un post a seconda dell’opzione scelta. Ora sarà più facile capire l’opinione dei follower: il sondaggio, dopo la pubblicazione, rimarrà online per 24 ore. I voti singoli – conclude la nota – non saranno pubblicati.

Un’altra novità annunciata sul blog ufficiale è la creazione di Curator Tool, uno strumento di storytelling. “Quando c’è una breaking news, una serie di commenti su un grande evento, o telecronache di privati a manifestazioni sportive, le migliori storie partono da Twitter” dice la nota. E il social network ha quindi pensato di produrre un ecosistema di device – oltre a Curator, anche TweetDeck, Spredfast, Dataminr, ScribbleLive, Wayin e Flowics – che aiutano l’utente a trovare, organizzare e pubblicare queste storie. Una sorta di ‘Storify‘ specifico per Twitter, una raccolta di tweet appartenenti alla stessa narrazione, embeddati in un sito o su un’app.

512 visite