giornali-571x340

 

La legge di riforma dell’editoria, che contiene anche le norme che riducono composizione e costi del Consiglio nazionale dell’Ordine e lo rendono più snello e efficiente, è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale ed entrerà in vigore il 15 novembre.

La maggioranza dei presidenti degli Ordini regionali, riuniti a Firenze per un’iniziativa pubblica a favore del rinnovamento dell’Ordine, esprimono la loro soddisfazione e auspicano una rapida approvazione dei decreti legislativi che daranno una completa attuazione al provvedimento.

Sono convinti che sia opportuno rinnovare contemporaneamente il Consiglio nazionale e i Consigli regionali con le nuove regole definite nella legge di riforma. In questo modo si coniugherebbe la necessità di ridurre i costi di funzionamento del Cnog con il rispetto della volontà espressa dal Parlamento.

612 visite