big_27_unione europea

La Festa dell’Europa viene celebrata lunedì 9 maggio alla LUMSA con un convegno dal titolo “Europa 2020: il futuro dell’Unione e la sovranità condivisa nell’età dell’euro in un contesto intercontinentale”. Il  Convegno (5 crediti formativi)  si terrà  nell’Aula Giubileo di Porta Castello, 44, dalle 14 alle 17.  Si tratta del primo di quattro convegni che fanno parte  di un Corso di aggiornamento di 20 ore complessive nel corso del 2016, a valle dei Consigli europei più importanti che scandiranno il percorso comunitario di quest’anno. 

Ogni seminario si svolgerà in due sessioni: il primo nel pomeriggio di lunedi 9 maggio – giorno della Dichiarazione di Schuman - il secondo dopo il Consiglio Europeo di giugno, il terzo, a novembre, dopo il Consiglio Europeo di ottobre, il quarto, a dicembre, a conclusione del Semestre e come moento di riflessione sul futuro.

Il corso – ideato e organizzato dalla rete dei professori Jean Monnet, in collaborazione con l’Università LUMSA e l’Ordine dei giornalisti del Lazio -  ha come obiettivo di aiutare i giornalisti  a  leggere il processo d’integrazione tra storia, nuovi equilibri e politiche di sviluppo per una informazione ai cittadini  consapevole e deontologicamente corretta, anche sul tema dei migranti. In particolare si spiegherà il contesto storico e geopolitico del processo unitario e l’irreversibilità della pace sotto il segno dell’integrazione, illustrando come coniugare il Mediterraneo con i diversi confini dell’Unione nel contesto intercontinentale, anche demografico. Si tratteggeranno, infine, i successi dell’Unione, gli strumenti adottati ed i ritardi accumulati.  Tutto questo per informare e formare i cittadini italiani a vivere veramente l’Europa da cittadini europei.

I docenti sono professori universitari italiani, giornalisti esperti e funzionari dell’Unione Europea o delle agenzie specializzate.  Tra gli altri: Thierry Vissol (Rappresentanza per l’Italia Commissione Ue), Ezio Andreta (Presidente Apre), Daniela Mercuri (Ricercatore Apre), Rocco Pezzimenti (docente LUMSA di Storia delle dottrine politiche e Filosofia politica), Giampaolo Malgeri (docente LUMSA di Storia dell’Integrazione europea), Mariano Abad (J.M. Chair ad personam Oviedo) Lino Saccà (Jean Monnet Chair ad personam E.C. – Network I Mediterranei), Diassina Di Maggio (già Direttore APRE) Giampiero Gramaglia  (Consulente IAI), Filippo D’Andrea, Direttore Fondazione ECIPA, Massimo Gaudina (European Research Council), Oliviero Pesce (già alla Banca Mondiale a Washington).

555 visite