ODG-logo

(ANSA) – ROMA, 30 NOV – “Non ci sarà ‘condono’ alcuno nei corsi di formazione obbligatoria per i giornalisti: a precisarlo, in una nota, è l’Ordine del Lazio, in risposta all’articolo sulla gestione dei corsi apparso oggi sul Corriere della Sera. “Ci sarà, invece – spiega l’Ordine dei giornalisti del Lazio – una giornata dedicata ai colleghi che, a migliaia, ci sollecitano a rispondere al loro fabbisogno di crediti formativi, obbligatori per legge. Un D-day della formazione, insomma, per dare a tutti, pari opportunità a costo zero come l’Ordine del Lazio si è sforzato di fare in questi mesi, varando e realizzando corsi tutti gratuiti, trasparenti e di qualità. Lo ha fatto con spirito di servizio, pur manifestando la necessità di cambiare la legge perché contrario all’obbligo della formazione per i giornalisti. Questi, infatti, a differenza di medici, notai, commercialisti e avvocati, svolgono una funzione prevista dalla Costituzione e non hanno clienti, solo lettori, ascoltatori o telespettatori, cittadini, insomma, che sanno giudicare, bocciando e promuovendo quotidianamente il loro operato. Perciò il loro obbligo non può che essere solo quello morale e deontologico”. (ANSA).

4.289 visite

Leave a Comment