DPOpql4W4AAAL7T

Guidati dai vertici della Federazione della Stampa e dell’Ordine, i giornalisti sono scesi ieri, 22 novembre 2017,  in Piazza Montecitorio per difendere la libertà di stampa e la professione. Tutti gli interventi hanno avuto un unico ritornello: governo e parlamento devono intervenire d’urgenza per evitare che questo assedio concentrico contro l’informazione.

“All’esecutivo e a tutti i parlamentari chiediamo da due anni di emanare nuovi provvedimenti che consentano l’arresto in flagranza per chi aggredisce fisicamente e non i giornalisti” ha dichiarato il presidente dell’unione cronisti Alessandro Galimberti, il quale ha concluso “Finora nulla è stato fatto sul versante delle garanzie, l’età dell’innocenza è finita”.

1.054 visite