Milena Gabanelli al Corsera e a La7

Milena_Gabanelli

Dopo aver divorziato dalla Rai, meglio dopo essersi dimessa, Milena Gabanelli ha trovato l’accordo con la Cairo editore. Lavorerà quotidianamente con il Corriere.it e avrà inoltre una corposa partecipazione ai programmi de La7. Alla bravissima collega, autrice di moltissime inchieste di successo, vadano i nostri complimenti ed un sincero in bocca al lupo per il …

Ancora minacce a Paolo Borrometi

150713629-840b1560-1c9b-4b8f-ac58-03fc61bd67c0

Paolo Borrometi, il cronista che da tempo vive sotto scorta, ha ricevuto ancora pesanti minacce da parte di Francesco De Carolis, fratello di quel Luciano, condannato e considerato dai giudici “elemento di spicco”del clan Bottaro-Attanasi di Siracusa. Al collega è arrivato un messaggio audio in cui si avverte Borrometi di “pestarlo a sangue per aver …

Ad Ostia in migliaia per dire no alla mafia

Foto: Ansa
Foto: Ansa

Centinaia di persone hanno partecipato ieri alla manifestazione organizzata dalla Fnsi e da Libera in difesa della libertà di stampa e contro la mafia. A Piazza Anco Marzio sono sfilati politici, giornalisti, cittadini, insomma una moltitudine di gente che ha voluto dire no alla malavita organizzata, oltre che difendere l’informazione. Al presidio c’era pure una …

“Stop violenza: le parole per dirlo”

copertina

“Stop violenza: le parole per dirlo”: un manuale, corsi di formazione, prossimamente un sito e una app. Viene presentato venerdì 17 a Montecitorio (Sala del Mappamondo, ore 10-13) il progetto dell’Associazione GiULiA giornaliste, che ha avuto il patrocinio della Fnsi, dell’Usigrai e dell’Inpgi, per promuovere un linguaggio appropriato nei media nei casi di violenza contro …

Giornalisti minacciati: nasce un Centro di coordinamento

giornalisti-minacciati-informazione-libertà-bavaglio-stampa

D’accordo e in stretta collaborazione con  il Viminale nascerà presto un Centro di coordinamento per la tutela dell’informazione che vigili sulle minacce ai giornalisti. La proposta lanciata dalla Federstampa è stata favorevolmente accolta dal ministro degli Interni Minniti nel corso di una manifestazione svoltasi nella sede della Fnsi avente per tema le minacce delle organizzazioni …

“La libertà dell’informazione è il pilastro della democrazia”

DOqj426X4AEB0sz.jpg-large

Il ministro Minniti è stato stamane ospite d’eccezione nella sede della Fnsi per partecipare al dibattito sulla libertà di stampa. Accolto dai vertici della Federazione il responsabile degli Interni ha preso poi la parola per analizzare i drammatici avvenimenti di Ostia. “La partecipazione al voto è la risposta più forte a quanto è successo nei …

FNSI e Odg in difesa della Costituzione

Foto: LaPresse
Foto: LaPresse

Il 16 novembre la Federazione della Stampa organizza ad Ostia una manifestazione in cui sono chiamati a raccolta cittadini, istituzioni e associazioni che credono nella Costituzione, nella legalità e nella libertà d’informazione. Questo perché la “lezione mafiosa” che hanno subito Daniele Piervincenzi e il suo operatore non è stato solo un atto violento contro i …

L’informazione è un diritto

20-aprile

Gli organismi dell’Ordine dei giornalisti e della Federazione della Stampa si sono dati appuntamento per le undici del 22 novembre in piazza Montecitorio. La manifestazione sarà la prima di una serie di iniziative di mobilitazione e di protesta per denunciare l’inerzia di Governo e Parlamento sui problemi del mondo dell’informazione e per richiamare l’attenzione delle …

Fnsi e Libera, giovedì 16 novembre manifestazione a Ostia

3356462_1619_pontile_di_ostia

L’aggressione di Ostia non è stato solo un atto violento e squadristico contro i cronisti, ma anche un’aggressione all’articolo 21 della Costituzione e al diritto dei cittadini ad essere informati. Per questo dobbiamo reagire insieme chiamando in piazza cittadine e cittadini che credono nella Costituzione, nella legalità, nella libertà di informazione, nel diritto ad una …

Uno “sparo” su Renzi mette nei guai Feltri

cut1364821705210.jpg--

Probabilmente sarà il Consiglio di disciplina della Lombardia a occuparsi dell’ennesimo caso Feltri. Lo ha annunciato il presidente nazionale Carlo Verna che ha parlato di un linguaggio irresponsabile. Perché? Tutto prende spunto da un articolo che Feltri ha scritto su Libero dell’otto novembre titolato così: “Per stendere Renzi bisogna sparargli”. Le reazioni sono state immediate. …