Premio Giubileo

Trecento relatori tra cui 50 rettori provenienti da tutto il mondo, previsti oltre 1000 partecipanti, che prenderanno parte alle 20 sessioni di lavoro che toccheranno differenti temi: dalla comunicazione alla bioetica, dall’economia e finanza alla scienza e tecnologia, dalla teologia alle scienze educative e la psicologia. Sono questi alcuni dei numeri che caratterizzeranno il Giubileo delle Università e dei Centri e delle Istituzioni dell’Alta Formazione Artistica e Coreutica, che si svolgerà a Roma dal 7 all’11 settembre e avrà come filo conduttore il tema “Conoscenza e Misericordia. La terza missione dell’Università”, presentato a Roma al Press Point per il Giubileo, promosso dalla Congregazione per l’Educazione Cattolica in collaborazione con Ufficio per la Pastorale Universitaria della diocesi di Roma, e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Il Giubileo straordinario della Misericordia è una grande occasione per tutta la comunità accademica per scoprire la propria vocazione a servizio della nuova richiesta storica, quella di uno nuovo sviluppo globale.” Così ha spiegato monsignor  Lorenzo Leuzzi, vescovo ausiliare della Diocesi di Roma e delegato della Pastorale Universitaria, durante l’incontro. “A differenza delle altre due missioni dell’Università didattica e ricerca, - ha continuato il vescovo - la terza missione, quella della progettualità sociale, deve essere animata da uno speciale coinvolgimento personale del docente, tale da fare della sua attività una vera opera di misericordia. Conoscere allora significa essere misericordiosi: perché si tratta di costruire il futuro delle nuove generazioni e non semplicemente trasmettere loro delle informazioni scientifiche. Uniti per comunicare nel mondo la conoscenza della misericordia, come dono e non come possesso. Una conoscenza che aiuta la società a guardare avanti con fiducia! Un nuovo sviluppo è possibile!

L’evento si aprirà il 7 settembre alle 15 con la cerimonia inaugurale presso l’Aula Magna della Pontificia Università Lateranense. Il giorno dopo i lavori proseguiranno suddivisi nelle 20 sessioni, che si svolgeranno tra l’Università degli Studi di Roma Tre, la Libera Università Maria Santissima, e la Pontificia Università della Santa Croce. Venerdì 9 settembre invece, la mattina alla Pontificia Università Lateranense, ci sarà una sintesi dei lavori, mentre il pomeriggio alle 16.30 nella Basilica papale di San Giovanni in Laterano, sarà celebrato il Giubileo, con il passaggio alla Porta Santa e la Celebrazione Eucaristica. Il giorno dopo i partecipanti si recheranno in piazza San Pietro per l’udienza giubilare con PAPA FRANCESCO.

Al termine dell’incontro è stato presentato anche il Premio Giornalistico Giubileo 2016 realizzato in collaborazione tra Co.Re.Com.Lazio, AgCom, l’Ordine dei giornalisti del Lazio e l’Ufficio diocesano per la Pastorale Universitaria.

Una iniziativa che nasce allo scopo di promuovere e valorizzare, anche a livello di  informazione locale, tematiche quali l’esclusione ed l’inclusione sociale, il volontariato e di evidenziarne i riflessi  sulle dinamiche socio-economiche del Lazio.

Il Premio giornalistico Giubileo 2016” ha affermato al riguardo il Presidente Petrucci  “rientra nelle iniziative che il Co.Re.Com. Lazio ha programmato per sostenere, anche  in occasione  di un  evento di risonanza mondiale che coinvolge  Roma e tutto il Lazio, la creatività, la qualità e l’innovazione della programmazione informativa regionale e contribuire in tal modo a rilanciare il ruolo e la funzione dell’emittenza locale”.

Regolamento del Premio Giornalistico Giubileo 2016 

Allegato 1 al Regolamento Premio Giubileo “Concessione di diritti d’autore e liberatoria Premio Giubileo”

Invito

536 visite