729387-kcq--835x437@IlSole24Ore-Web

Le pensioni dei giornalisti italiani rimarranno invariate. Lo ha deciso la Corte Costituzionale respingendo le censure di incostituzionalità sollevate non solo dalla nostra categoria professionale. Secondo la Consulta, “la norma realizza un bilanciamento non irragionevole tra i diritti dei pensionati e le esigenze della finanza pubblica”. Ragione per cui le nostre pensioni rimarranno invariate e la categoria, bisogna riconoscerlo, ha perso una grande battaglia. Per questo motivo, il collega Franco Abruzzo, presidente dell’Unione nazionale pensionati per l’Italia si è dimesso dichiarando testualmente: “Ha vinto la ragion di Stato, ha perso lo stato di diritto”.

1.034 visite