VMorgante

Con la Testata giornalistica regionale della Campania si è completato il processo di digitalizzazione delle redazioni regionali Rai. La scelta di “migrare tutte le redazioni regionali in un’organizzazione del lavoro moderna e integrata si inserisce in maniera del tutto funzionale e armonica nell’ambito del progetto di trasformazione in media company di tutta l’azienda”, spiega una nota di Viale Mazzini, sottolineando come si sia “trattato di un lavoro di gruppo, dove le sinergie tra le diverse Direzioni hanno lavorato al fine di raggiungere l’obiettivo di una nuova organizzazione tecnologica-produttiva che attraverso qualità e velocità sia in grado di migliorare l’offerta e rendere le redazioni locali Rai sempre più vicine al territorio e ai cittadini”, con “l’installazione di ben 21 nuovi impianti di post-produzione, la formazione di circa 1500 risorse tra giornalisti, impiegati, tecnici e montatori, e investimenti significativi su tutto il territorio nazionale”.

Del “coronamento di un’impresa che qualche anno fa sembrava assai critica, una grande sfida che ha confermato ancora una volta la straordinaria forza del servizio pubblico radiotelevisivo”, ha parlato Vincenzo Morgante, direttore della testata giornalistica regionale. “Il progetto aziendale sulle redazioni locali è un segno distintivo del riconoscimento del ruolo della Tgr al centro dell’informazione e dell’innovazione del servizio pubblico”.

Soddisfazione anche da parte del direttore generale, Mario Orfeo, che ha messo in evidenza la “delicatezza di questi passaggi, che ritengo fondamentali per avere un’organizzazione del lavoro giornalistico moderna ed efficiente”. “Le redazioni regionali Rai svolgono un ruolo fondamentale: rappresentano il primo presidio sul territorio”, ha detto ancora il dg. “Per questo continueremo a impegnarci per renderle sempre più forti e al passo con i tempi. In tale direzione ci stiamo muovendo con grande impegno anche per il lancio di un’adeguata offerta web regionale”.

Come esistono le pagine regionali di Repubblica, l’idea sarebbe dunque quella di creare pagine specifiche con news dal territorio in tempo reale, soprattutto video, affiancate da una presenza su Twitter Facebook e Instagram. E’ già partito il sito del TgR Toscana ed a settembre debutteranno anche quelli dei TgR Veneto e del TgR Friuli.
Secondo un cronoprogramma determinato, seguiranno tutte le redazioni locali che progressivamente saranno in rete.

Il progetto avviato dall’ex dg Antonio Campo Dall’Orto e sostenuto dal nuovo dg Mario Orfeo si sta facendo col supporto della direzione Digital Rai di Gian Paolo Tagliavia.

785 visite