senzavia1

 

In vista delle nuove puntate, in onda da lunedì 27 marzo, alle 21.30 su Rai3, con la conduzione di Sigfrido Ranucci, Report inaugura la sua prima serie di webdoc con “La via di uscita”, tratto dall’omonima inchiesta andata in onda nel maggio 2016. Il webdoc è un formato ibrido pensato per la rete che, coniugando audiovisivo, testo e grafica, offre un approccio interattivo e cross-mediale all’informazione. (Link: http://www.report.rai.it/webdoc/la-via-d-uscita/).

La trasmissione di inchieste di Rai3 nasce venti anni fa dalla volontà di praticare giornalismo investigativo sperimentando nuovi linguaggi espressivi, e già dai primi anni, questa tensione è andata oltre lo schermo televisivo con i primi, pioneristici, approcci sul web. Ormai da anni, su Facebook e Twitter, Report è la più seguita in assoluto tra le tutte le produzioni Rai e tra tutti i programmi di informazione della tv italiana rappresentando una punta di eccellenza nella trasformazione corrente dell’azienda radiotelevisiva in una moderna media company.

I webdoc sono un nuovo passo lungo questa direttrice: contenuti giornalistici complessi vengono progettati ad hoc per la rete superando la semplice riproposizione online del prodotto televisivo. “La via di uscita” presenta il progetto pragmatico, a gestione pubblica e finanziamento europeo, elaborato da Milena Gabanelli e proposto in due puntate di Report, nonchè in diversi articoli e interviste pubblicate nell’ultimo anno. Al centro c’è il recupero del patrimonio immobiliare pubblico dismesso, per trasformarlo in alloggi e centri di formazione per i richiedenti asilo. Le ricadute positive sarebbero occupazionali, tanto nel settore edilizio quanto per insegnanti, educatori, medici e psicologi, ma anche nella percezione di sicurezza e nella possibilità di mettere in moto il sistema di relocation negli altri paesi Ue.

Inoltre, verrebbe accantonato l’attuale sistema di accoglienza affidato a cooperative e associazioni, che si è rivelato essere frequentemente veicolo di malaffare. Non è un sogno: hanno aperto a questo piano tanto il commissario europeo Avramopoulos quanto molti sindaci noti per essere particolarmente intransigenti rispetto ai migranti. Il webdoc e’ stato realizzato da Elisa Marincola, Giuseppe Asta, Eva Georganopoulou, Francesco Laurenti, Michela Mancini, Alessia Marzi, Silvia Scognamiglio e Marina Tosto. Il progetto grafico è di Giorgio Vallati. E’ tratto dalle inchieste di Claudia Di Pasquale, Giuliano Marrucci e Giulio Valesini “La via di uscita”, di domenica 8 maggio 2016, e “Com’è andata a finire” di lunedì 28 novembre 2016.

Fonte: Italpress

291 visite