odg
“La riforma delle composizione e delle competenze del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, attesa ormai da troppi anni, è finalmente una realtà”. Lo sottolinea la maggioranza dei presidenti degli Ordini regionali esprimendo soddisfazione per l’approvazione, da parte del Governo, del decreto legislativo che dà concreta attuazione a
quanto previsto dalla legge sull’editoria approvata nell’ottobre scorso.
“Secondo le nuove norme – ricordano i presidenti regionali – i componenti del Consiglio nazionale passeranno dagli attuali 156 a 60 membri, di cui 40 professionisti e 20 pubblicisti, con un ritorno quindi al rapporto di 2 a 1 fra professionisti e pubblicisti già previsto dalla legge istitutiva del 1963 e da sempre presente negli organi regionali. Un Consiglio perciò meno pletorico e più snello, in grado di affrontare più efficacemente i tanti problemi e le grandi trasformazioni del giornalismo italiano. In stretta collaborazione – auspicano – con la FNSI”.
I presidenti regionali “ringraziano il Parlamento e il Governo, in particolare il Ministro con delega all’editoria, Luca Lotti, per essere riusciti a portare a compimento questa riforma e per aver accolto, in sede di approvazione definitiva del decreto, buona parte delle proposte da loro avanzate”.
765 visite