smartphone

Addio treppiedi o pesanti telecamere da portare sulle spalle, la Svizzera sperimenta la rivoluzione dei tg: servizi giornalistici, ma anche la diretta stessa del telegiornale, confezionati direttamente con un agile e leggerissimo iPhone. Sta accadendo sulle frequenze tv del canale francofono Léman Bleu, che ha sede a Ginevra e che già quest’estate ha sperimentato la collaborazione, nello specifico, con Apple: i servizi degli inviati venivano filmati con iPhone 6, grazie anche a una partnership con la società di telecomunicazioni Swisscom, che ha fornito smartphone e assistenza tecnica.

C’è stata anche qualche edizione al 100% ripresa con iPhone, tra video registrati e diretta tv, realizzata anche questa integralmente con un oggetto che pesa solo qualche centinaio di grammi. E dopo il test estivo, la rete ha deciso di andare avanti, per una serie di motivi: innanzitutto, la qualità dei video è assolutamente buona, e poi il risparmio economico è garantito, visto che il costo delle tradizionali telecamere pesa non poco su un’azienda che ha un budget di appena 4 milioni di franchi svizzeri (qualcosa in meno in euro).

Ma non è solo questo: “E’ un’occasione per rivedere il modo di fare televisione - ha spiegato il direttore del canale svizzero, Laurent Keller -: con un solo oggetto siamo così in grado di fare quasi tutte le operazioni necessarie: video, navigazione in internet, aggiornamento dei social network. Abbiamo anche una migliore copertura territoriale, perché gli inviati possono recarsi sui luoghi della cronaca e registrare velocemente e in diretta con il loro smartphone”.

Il limite al momento è solo uno: “La qualità delle immagini è molto buona – spiega ancora Keller – ma l’iPhone reagisce peggio ai cambiamenti di luminosità rispetto alle telecamere, ed ha una capacità di zoom inferiore. Questo può essere un problema soprattutto per le registrazioni dinamiche, come quelle degli eventi sportivi”.

Fonte: www.firstonline.info
396 visite