Processo per le minacce a Federica Angeli, la Fnsi parte civile al fianco della collega

Fnsi

«Continueremo a scortare le croniste e i cronisti minacciati: questa volta siamo al fianco di Federica Angeli». Il presidente, Giuseppe Giulietti, e il segretario generale della Fnsi, Raffaele Lorusso, esprimono così la soddisfazione per la decisione del Tribunale di Roma di accogliere la richiesta di costituzione di parte civile della Federazione Nazionale della Stampa Italiana …

Querele temerarie e lotta al precariato: il 24 maggio sit-in della Fnsi a Montecitorio. Sostegno dell’Odg Lazio a iniziativa

IMG_2919

  Mercoledì 24 maggio dalle 9.30 alle 10.30, la Federazione nazionale della stampa italiana sarà in piazza di Montecitorio, a Roma, per chiedere a Governo e Parlamento provvedimenti concreti sul contrasto al fenomeno delle querele temerarie, sul problema delle minacce ai cronisti e sui temi del lavoro, della lotta al precariato e dei diritti. L’iniziativa …

“Libero”, redazione contro nuovo piano editoriale. Sostegno ai colleghi da Fnsi, Stampa Romana e Stampa Lombarda

IMG_2904

L’Assemblea di redazione del quotidiano Libero reputa irricevibile e respinge il piano editoriale presentato ieri, 15 maggio 2017, al Cdr e oggi in Assemblea di redazione. L’Assemblea, si legge in una nota «ritiene inaccettabile aver fissato preventivamente già dal 1 luglio 2017 la definitiva chiusura della redazione romana e il conseguente trasferimento di due vicedirettori …

L’Unità: da domani, primo sciopero ad oltranza. Il direttore: “L’editore ha violato un patto di convivenza”

unità

Si tratta del primo sciopero a oltranza nella lunga storia de “l’Unità”, quello deciso a sostegno dell’azione legale intentata dal Cdr contro l’editore (il Gruppo Pessina all’80% e il Pd al 20%) per comportamento antisindacale. Una decisione che ha trovato la solidarietà e il sostegno, ieri in conferenza stampa, di Fnsi e Stampa Romana. Come spiega la …

Riforma editoria, ok in Cdm al decreto sugli ammortizzatori sociali. Lorusso: “Le criticità del settore restano”

Gentiloni

Via libera definitivo dal Consiglio dei ministri al decreto attuativo della riforma dell’editoria relativo all’incremento dei requisiti e alla ridefinizione dei criteri per l’accesso dei giornalisti al prepensionamento e per il riconoscimento alle imprese editrici degli stati di crisi. La nuova disciplina estende alle imprese editrici il regime vigente per la generalità delle imprese del …

Querele temerarie e lotta al precariato: Articolo21 e Fnsi in piazza il 24 maggio

Querele temerarie

Articolo21 aderisce e rilancia l’iniziativa Fnsi per un’iniziativa pubblica allo scopo di chiedere a Governo e Parlamento provvedimenti concreti sulle querele temerarie e sui temi del lavoro, della lotta al precariato e dei diritti. La manifestazione si terrà a Roma il prossimo 24 maggio, con la convocazione del consiglio nazionale e con la partecipazione di …

Riforma Inpgi, ok dai ministeri alle clausole di salvaguardia

Inpgi

Via libera dai ministeri vigilanti delle clausole di salvaguardia previste nella riforma dell’Inpgi. «Una buona notizia per tutta la categoria», commentano il segretario generale della Fnsi, Raffaele Lorusso, e la presidente dell’Inpgi, Marina Macelloni. «La misura – spiegano – consentirà a 183 colleghe e colleghi disoccupati o dipendenti di aziende in stato di crisi di …

L’Unità, Fnsi, Asr e Cdr: “Procederemo per comportamento antisindacale”

unità

«Possiamo avere tutte le idee di questo mondo sugli ultimi anni di gestione del quotidiano fondato da Antonio Gramsci. Possiamo discutere all’infinito delle responsabilità editoriali che stanno portando alla paralisi del giornale. Non possiamo tacere tuttavia sui comportamenti adottati negli ultimi giorni dalla dirigenza del giornale». La Federazione nazionale della stampa italiana, l’Associazione Stampa Romana …

L’Unità di nuovo in sciopero, la Fnsi: “L’editore ha superato ogni limite”

L'Unità

«L’editore de l’Unità ha ormai superato ogni limite. La pretesa di condizionare il pagamento degli stipendi al ritiro di azioni di pignoramento promosse da alcune giornaliste che hanno vinto cause contro l’azienda non ha niente a che vedere con la normale dialettica sindacale, ma rappresenta un vero e proprio ricatto perché punta a impedire alle …

#NoBavaglioTurco, in piazza per la liberazione dei giornalisti rinchiusi in carcere

Schermata 2017-05-03 alle 09.55.48

Sono oltre 200 i giornalisti e gli operatori dei media in carcere in Turchia. Sono stati privati della loro libertà, alcuni sono sotto processo, per altri non sono ancora noti i capi d’imputazione. Tutto questo solo perché hanno svolto il loro lavoro: raccontare quello che sta accadendo man mano che si rafforza il potere del …