Condannati in primo grado i presunti aggressori di Federica Angeli. Fnsi: “Riconosciuta la serietà del lavoro della collega”

Angeli

«La condanna in primo grado per concussione con il riconoscimento dell’aggravante mafiosa inflitta a coloro che avevano minacciato la collega Federica Angeli di Repubblica è la conferma del rigore e della serietà con cui Federica aveva condotto l’inchiesta denunciando presunte pratiche illecite in atto nel municipio di Ostia». Il segretario generale e il presidente della Fnsi, …

Caso Regeni, oggi a Roma una manifestazione promossa da Amnesty International Italia

Giulio Regeni

È passato un anno da quando Giulio Regeni è scomparso al Cairo. E ancora poco o nulla si sa di quanto è accaduto al giovane ricercatore italiano. Per tenere accesi i riflettori sulla vicenda, Amnesty International Italia ha organizzato per domani, 25 gennaio, una grande manifestazione a Roma e iniziative in tutta Italia. Per continuare a chiedere …

La Fnsi parte civile nel processo contro presunti aggressori di Federica Angeli

Federica Angeli

  La Federazione nazionale della stampa italiana si costituirà parte civile al fianco della giornalista Federica Angeli nel processo contro gli esponenti del clan Spada di Ostia accusati di aver rivolto minacce di morte alla collega di Repubblica mentre era al lavoro per documentare e denunciare il malaffare nel litorale romano. La costituzione di parte civile …

Rai, Fnsi e Usigrai: “All’azienda non serve una riforma frettolosa. È a rischio il futuro del Servizio pubblico”

collage-usigrai-fnsi

«La Rai non ha bisogno di piani di riforma buttati giù di fretta». Fnsi e Usigrai rispondono così alle ultime esternazioni dei dirigenti dell’azienda concessionaria del servizio pubblico radiotelevisivo e spiegano: «In questi 18 mesi, il vertice ha prodotto fallimenti tv, ignorato la radio, azzerato l’informazione sul web, violato regole facendosi sanzionare da Autorità e …

Querele temerarie e diffamazione: via libera dal ministro Orlando a un tavolo di confronto

tribunale

Un tavolo di confronto per approfondire i temi relativi alle querele temerarie e alla diffamazione, alla tutela dei cronisti minacciati e al contrasto del linguaggio dell’odio e della violenza. Lo ha annunciato il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, accogliendo la richiesta avanzata dalla Fnsi, in diverse occasioni, da ultimo l’iniziativa pubblica promossa davanti al Senato qualche …

Querele temerarie e carcere per i giornalisti, Fnsi: “Governo e Parlamento sblocchino le norme ferme in Senato”

Fnsi querele

La Federazione nazionale della stampa italiana, con il segretario generale Raffaele Lorusso e il presidente Giuseppe Giulietti, che hanno partecipato al seminario “Una legge per fermare le querele temerarie” organizzato dall’associazione Articolo21, ha confermato la decisione di chiedere al governo e al Parlamento di procedere, nei modi e nelle forme che riterranno, non solo all’approvazione …