bild-mare

“Destituita di fondamento”. Così è stata definita la notizia diffusa dal Bild di un allarme che vedrebbe protagonisti terroristi travestiti da ambulanti sulle spiagge italiane. I titoli che circolano in rete, tuttavia, contribuiscono a creare confusione

Appare come nell’immagine qui a fianco una notizia dell’Ansa, quando condivisa su Facebook: “Isis: Bild, allarme attentati su spiagge Italia e Spagna”. Il titolo in questa sua forma è allarmante e può indurre gli utenti a credere che vi sia un fondato pericolo. Il sommario non fa che peggiorare la situazione aggiungendo: “Terroristi travestiti da ambulanti si faranno esplodere”.

Peccato che l’unica notizia, sebbene sia impossibile dedurlo dal titolo, stia nella smentita delle informazioni e nella mancanza di professionalità del Bild che sceglie di diffondere un allarme di tale portata senza avere alcuna certezza della sua veridicità.

Basta aprire l’articolo per scoprire, fin dalle prime righe, che i servizi segreti italiani hanno smentito le informazioni diffuse dalla testata tedesca: “In ambienti di intelligence si valuta come ‘destituita di fondamento‘ la notizia riportata dal giornale Bild su possibili attentati pianificati sulle spiagge italiane. Le stesse fonti italiane sottolineano di non aver inviato alcuna informazione in merito alla possibilità che islamici travestiti da ambulanti possano farsi esplodere“. La smentita, per chi apre l’articolo, è piuttosto chiara fin dal titolo: «Isis: Bild, allarme attentati su spiagge Italia e Spagna. 007 italiani: non è vero». Peccato, però, che molti utenti del web si fermino alle parole incontrate sulla propria bacheca: c’è chi resterà, probabilmente, convinto della sussistenza di un allarme che avrebbe per protagonisti terroristi mascherati da venditori ambulanti.

Pensare che è arrivata poco più di un mese fa la condanna a 24 anni di reclusione per i due uomini di Lecce che nell’estate 2015 in Salento picchiarono e cercarono di affogare un ambulante di 17 anni, proveniente dalla Guinea Bissau. Di paura e xenofobia sui litorali italiani ce ne sono già abbastanza.

La dubbia storia degli attentati sulle spiagge italiane: l’analisi del Post

La notizia infondata dei terroristi addestrati per fingersi venditori ambulanti e agire così indisturbati sulle spiagge circola già da alcuni  giorni. Se ne è occupato il 19 aprile il Post ripercorrendone la diffusione. Ne consigliamo la lettura qui.

Fonte: www.cartadiroma.org

405 visite