Impastato

Giovanni Impastato, fratello di Peppino e la Rete Cento Passi hanno lanciato, tramite la piattaforma Change.org, una raccolta di firme per restituire alla comunità il luogo nel quale fu assassinato Peppino a Cinisi in località Feudi. Attualmente e nonostante i ripetuti impegni, una discarica circonda l’edificio per altro chiuso e in cattive condizioni. Eppure quel luogo, ancora oggi, è meta di un continuo pellegrinaggio laico da parte di chi non vuole dimenticare il suo impegno e cerca nuove ragioni di impegno e di speranze per il futuro. Possibile che le istituzioni nazionali e locali non riescano a trovare una soluzione per trasformare quella “casa della morte” in una “casa della legalità?” Lo scrivono in una nota Stefano Corradino e Giuseppe Giulietti, direttore e portavoce di Articolo21. Articolo21 non solo ha deciso di sostenere l’appello, ma anche di dedicare la prossima assemblea nazionale che si svolgerà a Roma il prossimo 28 maggio a chi, ogni giorno, continua a contrastare, anche mediaticamente, mafie e malaffare. Per questo saranno consegnati riconoscimenti speciali ai giornalisti Sandro Ruotolo e Federica Angeli.

Fonte: Askanews

732 visite