sottosegretario-luca-lotti

Il Consiglio di Stato ha sospeso la direttiva con la quale il sottosegretario Luca Lotti ha stabilito quali debbano essere i requisiti di cui devono essere in possesso le agenzie di stampa per l’acquisto dei servizi informativi e giornalistici. Contestualmente il Consiglio di Stato ha invitato il Tar a fissare rapidamente l’udienza di merito per la trattazione della vicenda. L’ordinanza emessa dalla IV sezione del Consiglio di Stato presieduta da Antonino Anastasi, come spiega l’agenzia Ansa, è stata pubblicata oggi in accoglimento dell’appello proposto dall’agenzia di stampa Il Velino.

Il Consiglio di Stato, si legge nell’ordinanza, ha ritenuto che “la direttiva del Dipartimento per l’editoria appare carente di motivazione sui nuovi requisiti che devono possedere le Agenzie di stampa e per difetto di ragionevole proporzionalità di questi ultimi rispetto alle esigenze informative dell’Amministrazione”.

Inoltre nel considerare che “sussiste l’esigenza di assicurare l’effettività del pluralismo dell’informazione” il Consiglio di Stato ha ritenuto che “la direttiva merita d’esser riesaminata ed approfondita da parte del Dipartimento per l’Editoria”. Allo stato, quindi “la direttiva stessa va sospesa (impregiudicati restando i contratti medio tempore eventualmente già stipulati con terzi), mentre appare opportuno, stante la peculiare delicatezza della controversia, invitare il Tar a una sollecita fissazione della causa alla pubblica udienza di merito”.

Fonte: www.primaonline.it

793 visite