daoud_liliane_fi_yt

Le autorità egiziane hanno espulso apparentemente senza spiegazione Liliane Daoud, conduttrice televisiva dell’emittente privata OnTv e voce critica nei confronti del presidente Abdel Fattah al-Sisi. Fonti dell’aeroporto del Cairo citate dal sito Mada Masr hanno riferito che Daoud è stata scortata al terminal internazionale da agenti di sicurezza senza alcun bagaglio.

La donna era stata arrestata in casa poche ore dopo la chiusura del suo contratto da parte di OnTV, come ha riferito il suo avvocato Zyad Elelaimy. I poliziotti non le hanno dato alcuna spiegazione per l’arresto, non le hanno consentito di fare telefonate e hanno lasciato sua figlia di 10 anni sola in casa quando l’hanno portata via. OnTV è stata di recente acquistata dal magnate dell’acciaio Ahmed Abu Hashima, sostenitore di al-Sisi.

Nel paese si assiste a un giro di vite sul dissenso nei confronti del presidente. Decine di migliaia di persone, per lo più islamisti ma anche attivisti dell’opposizione laica, sono stati arrestati o processati da quando è salito al potere. E’ in corso inoltre un braccio di ferro tra il governo e il sindacato dei giornalisti, che più volte è sceso in piazza a protestare.

Fonte: www.adnkronos.com

 

1.021 visite