beppe-giulietti

Giuseppe Giulietti è il nuovo presidente della Federazione nazionale della stampa.
Nato a Roma nel 1953, entrato in Rai nel 1979, alle spalle una lunga attività sindacale nell’Usigrai e nella stessa Fnsi nonché in Parlamento, portavoce di Articolo 21, è stato eletto oggi al primo scrutinio, con 78 preferenze.
Giulietti è stato eletto dal Consiglio nazionale del sindacato unitario dei giornalisti italiani, riunitosi nella sala Walter Tobagi di Corso Vittorio Emanuele II, a Roma. Giulietti ha raccolto 78 preferenze (la maggioranza qualificata prevedeva almeno 72 voti) ed è stato eletto alla prima votazione; 20 le schede bianche, 2 le preferenze andate a Stefano Tallia e a Paolo Butturini, un voto per Giovanni Negri e una scheda nulla.
Nato a Roma il 19 ottobre 1953, dopo aver studiato tra Venezia e la Capitale, dove si laurea in Lettere, Giulietti entra in Rai nel 1979 vincendo il primo concorso che l’azienda decide di bandire per giornalisti praticanti. Nella sede del Veneto inizia la carriera sindacale che lo porta a fondare il ”Gruppo di Fiesole” e a diventare segretario dell’Usigrai, il sindacato di base dei giornalisti del servizio pubblico radiotelevisivo.
Dopo il suo impegno nella Federazione della Stampa ha anche rivestito ruoli politici, come parlamentare in commissione di Vigilanza sul servizio pubblico televisivo e in commissione Cultura della Camera. Da sempre impegnato in difesa di una comunicazione libera e trasparente, è stato tra i fondatori dell’associazione Articolo 21.

Fonte: Ansa

958 visite