tribunale

Dopo cinque anni i giornalisti Francesco Curreri e Pierluigi Grimaldi l’hanno spuntata sul presidente del Palestrina Calcio che li aveva minacciati allo stadio.

L’antefatto è questo: il 7 dicembre 2011, a San Cesareo, in provincia di Roma, si era appena giocata la semifinale di andata di calcio della fase regionale della Coppa Italia Dilettanti fra San Cesareo e Pisoniano. Nella tribuna dello stadio, uno dei due presidenti del Palestrina Calcio,  Augusto Cristofari, furioso per come i giornali trattavano la sua squadra, aggredì e minacciò i giornalisti Francesco Curreri e Pierluigi Grimaldi che scrivevano per il Corriere Laziale. I cronisti denunciarono il fatto ai carabinieri e Ossigeno riferì la notizia.

Quasi cinque anni dopo il Giudice di Pace del Tribunale di Tivoli ha giudicato Cristofari colpevole e ha stabilito che avrebbe dovuto versare mille euro ai due giornalisti per estinguere il reato di minacce. Nei giorni scorsi il patron del Palestrina Calcio ha versato la somma dovuta e i giornalisti hanno deciso di girarne una parte a Ossigeno per l’Informazione, a titolo di donazione, per sostenere l’Osservatorio, che facendo conoscere i fatti e rompendo il loro l’isolamento li ha aiutati nel momento più difficile della vicenda. Curreri e Grimaldi hanno definitoOssigeno “fondamentale” soprattutto per chi non è tutelato pienamente dal proprio editore e hanno invitato tutti a sostenerlo concretamente affinché possa tenere i riflettori ben accesi e puntati su questa tematica.

Ossigeno ringrazia Francesco Curreri e Pierluigi Grimaldi per il loro gesto – il primo di questo genere – e assicura che la somma sarà impiegata proprio per tenere accesi quei riflettori il più a lungo possibile. Questi gesti sono importanti perché le donazioni, i proventi del 5 per mille e il lavoro volontario sono le uniche risorse diOssigeno e non bastano mai. Si spera che l’esempio di Curreri e Grimaldi sia contagioso. Chiunque può effettuare donazioni anche di pochi euro, anche on line vedi e chi effettua questi versamenti ha i benefici fiscali previsti per le ONLUS leggi i dettagli e può ricevere le pubblicazioni riservate agli amici di Ossigeno.

La decisione del Giudice di Pace – “Sebbene il reato commesso da Cristofari sia stato dichiarato estinto a seguito della condotta riparatoria – ha spiegato l’avvocato Stefania Temofonte dello studio legale Condoleo, che ha assistito i due giornalisti – va da sé che il riconoscimento da parte del Giudice di Pace della necessità di risarcire i miei assistiti implichi l’avvenuto riconoscimento dell’esistenza di un danno penalmente rilevante patito da Grimaldi e Curreri e conseguente al reato commesso da Cristofari”.
L’intento di Curreri e Grimaldi, come gli stessi hanno sottolineato, era quello di giungere al riconoscimento di un comportamento sbagliato da parte del ricco o del potente di turno che, nella maggior parte dei casi, si sente autorizzato ad assumere questo tipo di atteggiamenti nei confronti dei giornalisti.

Fonte: www.ossigenoinformazione.it

1.919 visite