Rai

Ok unanime dal cda Rai alle deleghe rafforzate per la presidente Monica Maggioni. Come nella gestione Tarantola-Gubitosi, la presidente potrà – su proposta del dg Antonio Campo Dall’Orto – firmare contratti fino a 10 milioni di euro e nomine per i dirigenti di primo e secondo livello delle strutture non editoriali senza passare per il consiglio.

Da cda ok unanime a “superdeleghe” per presidente
Il consiglio ha votato le “superdeleghe” alla Maggioni su proposta del consigliere indicato dal Tesoro, Marco Fortis. Nella prima riunione dell’era Maggioni-Campo Dall’Orto, il direttore generale – a quanto si apprende – ha illustrato il posizionamento della Rai nello scenario competitivo, sul piano economico, finanziario, culturale, mediatico. In chiusura di riunione, il dg ha anche accennato alla possibilità che la Rai ‘occupi’ il canale 104 del telecomando di Sky, destinato a ‘liberarsi’ dal 7 settembre se Mediaset deciderà effettivamente di criptare le tre reti ammiraglie (Rete 4, Canale 5 e Italia 1) sulla piattaforma di Murdoch, in caso di mancato accordo con Sky sui diritti di ritrasmissione dei suoi canali.

Il disegno di legge sulla governance alla Camera

La questione delle deleghe del Consiglio di amministrazione al presidente è tornata di attualità, alla luce del disegno di legge approvato dal Senato e pronto ad essere discusso in commissione alla Camera. In base a quel testo è l’amministratore delegato a nominare i dirigenti di primo e secondo livello, acquisendo solo per i direttori di rete, canale e testata il parere obbligatorio del consiglio di amministrazione (mentre l’approvazione dei contratti di importo superiore ai dieci milioni è stata soppressa dall’Aula del Senato). L’attuale vertice Maggioni-Campo Dall’Orto è stato nominato con la legge Gasparri, ma un emendamento del Governo ha introdotto nel testo approvato in Senato una precisa direttiva: sino al primo rinnovo del cda successivo all’approvazione della legge, al direttore generale della Rai vanno le competenze dell’amministratore delegato, compresa la nomina dei dirigenti non editoriali.

Fonte: www.ilsole24ore.com

2.415 visite