consiglio

Prospettive e criticità della professione giornalistica, etica, disciplina e, soprattutto, la necessità di una riforma a partire dai criteri di accesso, sono questi i principali punti trattati nel corso dell’incontro tra i vertici del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti e il Consiglio regionale del Lazio, che si è svolto in un clima di grande collaborazione tra i due enti. La discussione, lunga e approfondita, rientra nella serie di visite che il presidente del Cnog ha avviato con gli organismi territoriali “per illustrare il lavoro che stiamo svolgendo e principalmente per ascoltare”.

Nella storica sede dei giornalisti romani, nel cuore della capitale, erano presenti Carlo Bartoli con la segretaria nazionale Paola Spadari mentre per l’Ordine del Lazio c’erano il presidente Guido D’Ubaldo, il vicepresidente Roberto Rossi, la segretaria Maria Lepri, la tesoriera Manuela Biancospino ed i consiglieri Marco Conti, Gianni Dragoni, Maurizio Lozzi, Carlo Picozza e Pietro Suber.

Non sono mancati spunti e riflessioni sui temi inerenti il giornalismo sportivo e il rispetto della deontologia, ma tutti hanno ribadito l’importanza e la necessità di una riforma della professione, per un giornalismo che sia al passo dei tempi e al servizio del Paese e della democrazia.

Al termine il presidente D’Ubaldo ha annunciato due importanti iniziative per ricordare Piero Angela e Davide Sassoli, che vedranno impegnato l’Ordine dei giornalisti del Lazio, al quale erano iscritti.

964 visite