1200x630_gettyimages-1183370267

 

 

L’Ordine regionale dei Giornalisti del Lazio esprime solidarietà ai colleghi inviati in Ucraina per la guerra, ai quali sono stati sequestrati i cellulari a un check point ucraino per poi essere restituiti dopo aver inserito qualche scandaglio digitale. La denuncia arriva da inviati in Ucraina. L’informazione va sempre garantita e tutelata, anche in guerra.

Esprimiamo preoccupazione per l’accaduto e auspichiamo un tempestivo intervento della Farnesina.

2.625 visite