Luciana-Lamorgese

Roma è la città più rischiosa d’Italia per i giornalisti. Lo rileva il rapporto dell’Osservatorio istituito dal Ministero dell’Interno pubblicato recentemente. Siamo di fronte a un fenomeno preoccupante, in continua crescita. Il Lazio è la regione con il maggior numero di giornalisti aggrediti, Roma la città con più casi di minacce e violenze, non solo verbali. Negli ultimi mesi molte manifestazioni no vax hanno avuto come bersaglio i giornalisti, un problema dilagante, al quale occorre porre rimedio al più presto. Come Ordine dei Giornalisti del Lazio abbiamo il dovere di tenere accesi i riflettori nei contesti denunciati dai colleghi con le loro inchieste, dobbiamo istituire la scorta mediatica per non lasciarli soli. Ringraziamo il Ministero dell’Interno per l’attenzione mostrata nei confronti di una situazione grave, da affrontare subito e la cui soluzione non è più differibile. Nello stesso tempo invitiamo il Parlamento a portare avanti le leggi a tutela dei giornalisti, ferme ormai da anni.

Guido D’Ubaldo
Presidente Ordine dei Giornalisti del Lazio

151 visite