Annotazione 2019-11-27 135001

 

La quota dell’Ordine dei giornalisti per l’anno 2020 è rimasta invariata rispetto al 2019.

L’importo è di € 100 da corrispondere entro il 31 gennaio 2020 per evitare la sanzione di ritardato pagamento. 

Per il saldo della quota annuale i colleghi, oltre alle modalità già  in uso,  avranno a disposizione un nuovo servizio: PagoPa. 

Cos’è pagoPA?

PagoPA è un sistema di pagamenti elettronici realizzato per rendere più semplice, sicuro e trasparente qualsiasi pagamento verso la Pubblica Amministrazione. L’Ordine dei giornalisti del Lazio aderisce al sistema pagoPA in quanto previsto dalla legge (art. 5 del Codice dell’Amministrazione Digitale e D.L. 179/2012). Il vantaggio è quello di poter utilizzare  un sistema di pagamento semplice, standardizzato, affidabile e non oneroso,  in linea con le esigenze dei cittadini.

Nei primi giorni di dicembre tutti gli iscritti all’Ordine dei giornalisti del Lazio hanno ricevuto una e-mail.

L’email aveva per oggetto “Pagamenti elettronici a favore delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi”, con in allegato un documento pdf dove erano indicate tutte le modalità e le istruzioni per il pagamento.

Ti suggeriamo di controllare la cartella Spam/Posta indesiderata.

I pagamenti si possono effettuare online registrandosi qui,  oppure attraverso i canali, sia fisici che online,  di banche ed altri Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP), come ad esempio:

  • Agenzie della banca;
  • Utilizzando l’home banking del PSP (riconoscibili dai loghi CBILL o pagoPA);
  • Presso gli sportelli ATM abilitati delle banche;
  • Presso i punti vendita di SISAL, Lottomatica e Banca 5;

 

INFORMIAMO I COLLEGHI CHE AL MOMENTO NON è POSSIBILE EFFETTUARE IL PAGAMENTO PRESSO GLI UFFICI POSTALI E TRAMITE BANCOPOSTA ONLINE

Hai smarrito l’avviso di pagamento?


Puoi pagare online registrandoti su pagoPA. Una volta effettuato l’accesso segui questa procedura:
- Clicca su “Scadenzario” (in alto a destra);
- Vai su “Servizio Incasso” e seleziona “Quote anno 2020”;
- Clicca su “Cerca”.
Il sistema genererà l’avviso di pagamento, seguire le istruzioni e proseguire con il pagamento.
Il bollino del 2020 sarà disponibile nell’area riservata del sito dell’Ordine dei giornalisti decorsi due giorni lavorativi dalla ricezione del pagamento.

Gli iscritti che non hanno comunicato il proprio indirizzo Pec/mail riceveranno il consueto MAV presso il proprio domicilio.

I propri riferimenti digitali vanno comunicati all’indirizzo info@odg.roma.it.

A partire dal 1 febbraio 2020 viene applicata  l’indennità di ritardato pagamento (10 euro).

Per i giornalisti titolari di pensioni di vecchiaia  o di invalidità la quota ammonta a € 50 entro il 31 gennaio 2020 mentre dal 1 febbraio l’importo sarà di € 55.

In riferimento all’art. 28 del DPR n 155/1965,  possono usufruire della quota ridotta i beneficiari di pensione di vecchiaia o invalidità con decorrenza dall’anno successivo a quello in cui hanno maturato il diritto alla pensione.

Gli interessati possono far richiesta presso gli uffici dell’Ordine oppure inviando il modulo compilato e firmato via PEC/Mail agli indirizzi odglazio@cert.odg.roma.it – info@odg.roma.it. Clicca qui per scaricare il modulo.

 

Si ricorda che il versamento può essere effettuato tramite bonifico bancario, indicando nella causale “NOME.COGNOME – QUOTA ASSOCIATIVA 2020”.

Di seguito le coordinate bancarie per bonifici:

BENEFICIARIO: ORDINE DEI GIORNALISTI DEL LAZIO.

UBI BANCA SPA

SEDE DI ROMA VIA FERDINANDO DI SAVOIA
CODICE IBAN: IT68M0311103256000000003453
CODICE BIC/SWIFT: BLOPIT22

 

INFORMIAMO GLI ISCRITTI CHE  IL TIMBRO E’ STAMPABILE ESCLUSIVAMENTE DALL’AREA RISERVATA DEL SITO DECORSI DUE GIORNI LAVORATIVI DALLA RICEZIONE DEL PAGAMENTO

 

PEC GRATUITA

Da quest’anno la PEC in convenzione con l’Ordine è gratuita.

Gli iscritti non ancora in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata possono richiederla attraverso il modulo di richiesta cliccando qui .

Ai non possessori di PEC verrà applicata una maggiorazione della quota dovuta di 10€.

 

Ricordiamo che il decreto legge 29 novembre 2008, n.185 (convertito con modificazioni dalla legge 28 gennaio 2009, n.2)  ha introdotto l’obbligo per tutti gli iscritti agli ordini professionali di creare un indirizzo PEC e comunicarlo agli Ordini o Collegi di appartenenza.

 

 

 

Si ricorda infine che qualora si volesse cancellare la propria iscrizione, la richiesta va presentata entro il 31 gennaio 2020 per evitare il pagamento della quota annuale 2020.

22.942 visite