68133628-9b14-11e8-b2ef-18771e6d3a81_f298e70439e0dc4c97fd890a05f81965-24548-khxE-U112031688487quD-1024x576@LaStampa.it

Si è aperta con una telefonata in diretta dell’avvocato Vasaturo sulla sentenza della Cassazione con cui è stata confermata la condanna a Roberto Spada per l’aggressione al giornalista Piervincenzi, la seduta straordinaria del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti a Roma e dedicata ai temi previdenziali della categoria.

Il presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine Carlo Verna ha definito “un successo” il pronunciamento della Cassazione che ha riconosciuto l’aggravante mafiosa in un contesto in cui le minacce e le intimidazioni nei confronti dei giornalisti si susseguono a ritmo incessante. “L’Ordine – ha aggiunto Verna – si era costituito parte civile nel processo Spada ed è e sarà sempre a fianco dei colleghi per garantire il libero svolgimento della loro attività di informazione, perché la libertà di stampa è perno fondamentale della democrazia come sancito nell’art. 21 della Costituzione”. Per l’avvocato Giulio Vasaturo, che ha seguito il procedimento per il Cnog, “è importante il riconoscimento dell’Ordine come parte lesa e la sentenza, non scontata, è stata adeguata alla gravità dell’ offesa”.

Fonte: ANSA.

130 visite