cropped-logo_GNE_CMYK-377x150

Educazione allo sviluppo sostenibile: questo l’obiettivo del Premio di giornalismo sulla sostenibilità dedicato ai giovani e giovanissimi, gruppi e scuole. Alla sua XIV edizione, organizzato da Giornalisti nell’erba – progetto ideato da Il Refuso, associazione di comunicazione e informazione sull’ambiente che ha firmato un protocollo d’intesa con il Miur per promuovere azioni di educazione alla sostenibilità – quest’anno ha come tema la “Resilienza. All’emergenza climatica, ambientale, economica e sociale, ma anche resilienza alla comunicazione difettosa e tossica. Non abbocco 2”.

Un termine, resilienza, che – ricorda l’Accademia della Crusca – ha un’origine latina: il verbo resilire nasce dall’aggiunta del prefisso re- al verbo salire, ovvero “saltare, fare balzi, zampillare”, col significato immediato di “saltare indietro, ritornare in fretta, di colpo, rimbalzare”, ma anche quello, traslato, di “ritirarsi, restringersi, contrarsi”. In una parola, resistere a un evento traumatico o a un urto senza… rompersi. «Ed è proprio su questo concetto – spiegano gli organizzatori del Premio – che rimbalza il nostro pesciolino che non abbocca, simbolo di una di resilienza anche nel campo dell’informazione.È la sfida che Giornalisti nell’Erba propone ai giovani e giovanissimi reporter chiamati a scovare, analizzare ed elaborare contenuti per prendere parte alla XIV edizione del Premio giornalistico rivolto a candidati dai 3 ai 29 anni». Un tema, quello della resilienza, che, «mai come ora è necessario applicare anche all’emergenza climatica e ambientale, oltre che alla sfera economica e sociale».

Al “Premio Giornalisti nell’erba” si può partecipare singolarmente, oppure per gruppi, per classi, per interclassi, per scuole. Le fasce d’età di partecipazione sono: I fascia dai 3 agli 11 anni (scuola dell’infanzia e primaria); II fascia dagli 11 ai 14 (scuola secondaria di primo grado); III fascia dai 14 ai 19 anni (scuola secondaria di secondo grado), IV fascia dai 19 ai 29 anni. I partecipanti di I fascia potranno concorrere per le categorie Giornalismo e Creativa. I “reporter” di II fascia oltre a Giornalismo e Creativa, potranno presentare elaborati per le categorie Data journalism e Bufale. Per le rimanenti III e IV fascia, quest’anno è stata introdotta una nuova categoria: in aggiunta alle precedenti, i partecipanti che avranno compiuto il quattordicesimo anno di età potranno cimentarsi nella sezione Social. Per concorrere al Premio c’è tempo fino al 28 febbraio. La premiazione e la Giornata nazionale di Giornalisti nell’erba quest’anno sarà al Villaggio per la Terra durante le celebrazioni dell’Earth Day, che si terranno al Galoppatoio di Villa Borghese a Roma tra il 22 e il 26 aprile 2020.

Per ulteriori informazioni e richieste, si può visitare il sito internet di Giornalisti nell’Erba: https://www.giornalistinellerba.org/ilpremio.html 

Fonte: giornalistitalia.it

291 visite