Erdem Gul_ Can Dundar

Can Dundar, direttore del quotidiano di opposizione turco Cumhuriyet, è stato aggredito oggi pomeriggio fuori dal tribunale di Istanbul dove si stava celebrando il processo a carico suo e del caporedattore dell’ufficio di Ankara del giornale, Erdem Gul.
«Non conosco il nome di chi ha tentato di ammazzarmi, ma conosco chi ha fatto di me un bersaglio», ha detto Dundar subito dopo l’attentato al quale è fortunosamente scampato.
«Le sue parole – commentano il segretario generale e il presidente della Fnsi, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti – si riferiscono alla violenta campagna di odio scatenata dal presidente Erdogan che ha fatto trascinare in tribunale Dundar e il suo collega Erdem Gul, accusati di essere complici dei terroristi per il solo fatto di aver fatto il loro mestiere di cronisti. Qualche giorno fa siamo andati a protestare davanti all’ambasciata turca, ora chiediamo alle istituzione europee di porre il tema della libertà di informazione al centro del negoziato con la Turchia».
Dopo l’attentato il processo è ripreso e la corte ha deciso di condannare i due giornalisti rispettivamente a 5 anni e 10 mesi di prigione, Dundar, e 5 anni, Gul, per violazione di segreto di Stato.

Fonte: www.fnsi.it

469 visite