AdnKronos

Stato di agitazione e un pacchetto di 7 giornate di sciopero affidato al Comitato di redazione sono state le decisioni adottate a larghissima maggioranza – un solo contrario e due astenuti – dall’assemblea dei giornalisti dell’agenzia di stampa Adnkronos. La decisione – riferisce una nota dell’Associazione Stampa Romana, ripresa da Agi – è stata presa “per rispondere all’azione unilaterale intrapresa dai vertici aziendali il 30 dicembre, con la quale si è interrotta senza motivo la trattativa sindacale in corso con il Cdr e imposto una nuova, impraticabile organizzazione del lavoro e un nuovo regime retributivo per le giornate domenicali, ipotizzandolo anche per le giornate festive, con una inaccettabile forzatura delle norme contrattuali”. A partire dal 4 gennaio i giornalisti dell’Adnkronos, oltre ad applicare lo sciopero delle firme, “si atterranno ad una scrupolosa osservanza del Contratto nazionale di lavoro giornalistico, con particolare riferimento ad orari, lavoro domenicale e festivo, straordinari, mansioni e indennità”.

723 visite