Schermata 2017-01-18 alle 23.04.02

Il Tribunale di Roma, decidendo la causa tra DATA STAMPA e la FIEG-Promopress e sessantadue editori ad essa associati “accerta il diritto di Data Stampa s.r.l. alla riproduzione, sulle rassegne stampa ad uso esclusivo dei suoi clienti degli articoli, informazioni e notizie gia’ pubblicati sui giornali e periodici degli editori convenuti in giudizio”.

“Questa sentenza – dichiara Massimo Scambelluri, Presidente del CdA di Data Stampa srl – porta finalmente chiarezza in un terreno nel quale finora ha regnato soprattutto confusione. La Data Stampa non e’ stata mai contro il riconoscimento di un equo compenso bensì si è sempre battuta contro la pretesa di quei pochi che, per tutelare i propri interessi, pretendevano di attribuire valenza generale ad un principio soggettivo e, quindi, poco difendibile”. “Ci siamo difesi sempre in maniera trasparente – continua – sostenendo il principio che non si risolve certo strozzando con arbitrarie imposizioni chi lavora onestamente da decenni e ha saputo crescere sul mercato non violando le regole, bensì offrendo un servizio di qualità a centinaia di aziende e decine di istituzioni centrali dello Stato”. “Oggi finalmente – conclude Scambelluri – veniamo premiati con il riconoscimento della giustezza delle nostre idee. Non e’ una nostra vittoria; e’ una vittoria del diritto, del buon senso, della libertà d’impresa e d’informazione”.

Fonte: Italpress

1.592 visite