IMG_1437

Il Consiglio regionale del Lazio dei Giornalisti aderisce all’unanimità al presidio che è stato organizzato per l’8 novembre per protestare contro l’applicazione nella nostra regione delle norme sulla presunzione di non colpevolezza introdotte dal decreto legislativo 188 del 2021. Siamo al fianco dei cronisti romani che da un anno chiedono un dialogo per evitare di imbavagliare la stampa. La legge sulla presunzione di innocenza appare un pericoloso alibi. Resta invece fondamentale permettere la verifica di fatti e notizie. Abbiamo chiesto inutilmente un incontro con il Procuratore di Roma, auspichiamo un aperto confronto con gli organi di informazione, nel rispetto dei ruoli e a garanzia della libertà d’informazione.
Il presidio è stato convocato per martedì 8 novembre alle 10,30 davanti al tribunale a piazzale Clodio.

405 visite