candida curzi

L’Ordine dei Giornalisti del Lazio esprime grande tristezza per la prematura scomparsa della collega Candida Curzi. Candida aveva trascorso la sua vita professionale all’Ansa: da cronista, fino a ricoprire il ruolo di caporedattore centrale.  Giornalista indipendente e coraggiosa, non  ha mai fatto mancare, a chi l’ha conosciuta, consigli e insegnamenti.  Sempre vicina ai colleghi e alle colleghe, è stata  un esempio di professionalità e di dedizione.  Impegnata anche sindacalmente negli organismi di categoria, ha coltivato il valore della solidarietà e della condivisione.   In questo doloroso momento il Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio si stringe con affetto alla famiglia, al marito, il collega   Vitantonio Lopez,  e a tutti i colleghi che l’hanno conosciuta ed oggi la piangono.

E’ morta questa notte Candida Curzi, caporedattore centrale dell’ANSA fino all’agosto scorso. Lascia il marito e collega Vitantonio Lopez e tre figli: Emilio, Corallina e Olivia. Candida Curzi avrebbe compiuto 59 anni il prossimo gennaio. Figlia di Bruna Bellonzi e Sandro Curzi, storico direttore del TG3, la collega aveva trascorso la sua intera vita professionale all’interno dell’agenzia. Cronista di razza, giornalista appassionata e rigorosa, era stata inviata di punta su alcuni dei maggiori fatti di cronaca italiana degli anni ’80 e ’90. Nel corso della sua carriera era stata fra l’altro responsabile delle redazioni Cronache italiane e Cultura e spettacoli prima di approdare all’Ufficio centrale. Una vita professionale all’insegna della curiosità e della caccia alla notizia, ma anche dell’impegno sindacale a difesa dei diritti e dell’integrità della professione. Un modello per quei tanti giovani colleghi che si affacciavano alla professione e che trovarono spesso in Candida un riferimento importante e un sostegno. Ad agosto aveva lasciato l’Agenzia con un ultimo discreto richiamo ad una maggiore presenza femminile anche nelle figure apicali della professione.

ANSA – ROMA, 29 NOV -

2.081 visite

Leave a Comment