radio

Nei giorni scorsi si è discusso a lungo sulla telefonata tra un finto Niki Vendola e l’economista  Fabrizio Barca che, ignaro della falsa identità dell’interlocutore, si è lasciato andare a considerazioni e commenti.

L’ Ordine dei giornalisti del Lazio condanna senza appello la pratica dell’uso di telefonate “tranello”, fatte utilizzando la voce di un imitatore.

Una vera truffa che nulla ha a che fare con i metodi, gli strumenti, la deontologia del fare informazione.

Non si tratta di scherzi, ma di una sostituzione di persona finalizzata, che vìola i principi della privacy e del rispetto dei cittadini utenti.

Anche perché, al termine della telefonata, lo “scherzo” non viene rivelato all’ interlocutore.

Non è la prima volta che il programma radiofonico “La Zanzara”, condotto da giornalisti professionisti, ricorre a queste pratiche, spacciandole per scoop.

Il consiglio dell’Ordine dei giornalisti del Lazio ha incaricato il consiglio di disciplina di aprire un fascicolo in proposito.

4.356 visite

Leave a Comment